Il restauro dei monumenti

Il racconto e gli sguardi delle persone che hanno vissuto il terremoto in un primo momento ti fanno sentire inadeguato.

L’innesto contemporaneo

La mia attività progettuale è prevalentemente rivolta all’esistente. In questo ambito ogni progetto è la sintesi tra le idee dell’architetto e le istanze del committente, “padre” e “madre” di ogni opera, che trasmettono ad essa i cromosomi del proprio carattere.

La nuova forma del materiale antico

Naturalmente una volta che la “contaminazione“ tra segno contemporaneo e ambiente storico è iniziata, il processo avviene anche nella direzione opposta e cioè utilizzando materiale tradizionale per generare forme nuove. Nell’amabile scritto “The act of seeing” il regista Wim Wenders, osserva che “le forme dell’architettura contemporanea hanno superfici lisce, mentre è importante che il materiale…

Il futuro della memoria

Le immagini che seguono illustrano ambienti di gusto tipicamente classico come ricerca di una possibile sintesi tra le ragioni del nuovo ed il fascino del passato. Le opere contemporanee hanno spesso un limite di fondo: non sanno invecchiare. Nel linguaggio classico si riesce ad ottenere una sorta di “impermeabilità” alle mode, mentre in quello contemporaneo…

La città antica

San Marziale a Gubbio era un Monastero del 1100. La particolarità del complesso è data dal fatto che non era nato nel medioevo come “nuova fondazione” quindi con tipologia monastica, ma si è formato per successive donazioni di privati che cedevano case già edificate all’ordine religioso delle Clarisse. L’assetto finale quindi era quello di un…

La città nuova

L’anticittà è un’energia profonda e apparentemente pacifica che non si contrappone alla città che abitiamo, ma piuttosto la erode dall’interno. Senza grandi gesti, muovendosi pervasiva e spesso invisibile, dentro i meccanismi dello spazio urbano contemporaneo, ne allenta le connessioni, ne logora i nodi, ne compromette il funzionamento. Per svilupparsi non ha bisogno di distruggere l’eredità…

L’emergenza terremoto

Il racconto e gli sguardi delle persone che hanno vissuto il terremoto in un primo momento ti fanno sentire inadeguato. E’ come se il tuo bagaglio di tecnico chiamato li come esperto per affrontare il problema della ricostruzione fosse insufficiente. L’esperienza di chi ha visto il proprio ambiente trasfigurato in un attimo, di chi ha…

La forma dell’acqua

Il rapporto dell’uomo con l’acqua è antico. Dall’acqua è nata la vita e da sempre è identificata come sinonimo di salute e benessere. Non è solo il nostro elemento corporeo prevalente, ma anche fattore simbolico e culturale. Nella storia le città erano fondate in prossimità di corsi d’acqua o del mare, e nel mondo romano…

Le superfici e la memoria

Ogni superficie dell’architettura, interna od esterna, determina un riflesso più o meno sensibile nel nostro atteggiamento. Questo riflesso è mutevole sia perchè dipendente dalle diverse sensibilità dei fruitori, ma è mutevole anche nel corso del tempo, in quanto ogni elemento esistente viene inevitabilmente trasformato dal passaggio del tempo. Forse i due aspetti sono correlati: è…