La forma dell’acqua

Il rapporto dell’uomo con l’acqua è antico. Dall’acqua è nata la vita e da sempre è identificata come sinonimo di salute e benessere. Non è solo il nostro elemento corporeo prevalente, ma anche fattore simbolico e culturale. Nella storia le città erano fondate in prossimità di corsi d’acqua o del mare, e nel mondo romano le terme costituivano un elemento essenziale nella vita quotidiana, che persiste ancora oggi nel mondo arabo con l’hammam. Negli ultimi anni si assiste ad un ritorno a tali abitudini anche nel mondo occidentale, che si attua attraverso una vera e propria rivoluzione. Il bagno non è più relegato in angoli remoti della casa ma acquista un ruolo primario allargando al sua valenza sia sul piano qualitativo che quantitativo e si trasforma in una Spa personale intesa come benessere in formato domestico all’interno di una più vasta visione che vede la casa, non più solo come luogo dove vivere, ma dove vivere bene.
Anche le piscine non sono solo più vasche piene d’acqua , ma diventano luoghi di aggregazione che prolungano all’esterno l’esigenza di contatto del corpo con l’elemento primario. Declinando forme e materiali si possono creare ambienti che qualificano la casa. Ambienti curati, atmosfera rarefatta , musica soffusa: acqua in tutte le sue forme, piscine, docce o bagni di vapore in una parola la Spa. C’è chi spiega l’etimologia come il riferimento all’omonima città del Belgio famosa nell’antichità per le sue terme, chi invece con l’acronimo di “salus per aquam”. Una cosa è certa: la ricerca del benessere, tra stress personale e vita metropolitana, passa sempre di più attraverso momenti rilassanti dati dall’acqua in tutte le sue forme.
Le immagini proposte mostrano alcune realizzazioni dove appunto viene interpretata questa nuova visione dell’acqua intesa come elemento indispensabile per il nostro benessere psicofisico.

Vai alla galleria